Accedi come Scuola



Come ottenere il Reddito di Cittadinanza

Tutto quello che hai sempre desiderato sapere sul Reddito di Cittadinanza e non hai mai osato chiedere

come ottenere il reddito di cittadinanza

Il Disegno di Legge n. 1148, noto con il nome di “Reddito di Cittadinanza”, è attualmente ancora allo studio e potrebbe subire numerose modifiche e integrazioni prima di essere approvato e diventare Legge dello Stato. Attualmente consta di 20 Articoli, ma le questioni principali, quelle che maggiormente riguardano i diretti interessati, si possono sintetizzare attraverso le seguenti domande:

Quando sarà disponibile?

Presumibilmente il Reddito e la Pensione di Cittadinanza saranno disponibili con la Legge di Bilancio 2019 e precisamente:

  • per Gennaio-Febbraio 2019 è prevista l’entrata in vigore della Pensione di Cittadinanza;
  • per Marzo-Aprile 2019 è prevista l’entrata in vigore del Reddito di Cittadinanza.

Quali sono i requisiti per ottenerlo?

I requisiti soggettivi e oggettivi per l’accesso al Reddito di Cittadinanza sono indicati nell’Art. 4 (pag. 18) nel seguente modo:

  1. Essere residenti in Italia da almeno 5 anni.
  2. Possedere la cittadinanza italiana o di Paesi dell’Unione Europea.
  3. Aver compiuto 18 anni di età.
  4. Essere disoccupati o inoccupati.
  5. Avere un reddito di lavoro inferiore alla soglia di povertà in Italia, stabilita dall’ISTAT.
  6. Avere un ISEE al di sotto di una certa soglia (9300 euro).
  7. Percepire una pensione inferiore alla soglia di povertà (con riguardo alla Pensione di Cittadinanza);

Dai 18 anni e fino al compimento dei 25 anni occorre anche essere in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  1. Qualifica professionale riconosciuto e utilizzabile a livello nazionale e dell’Unione Europea.
  2. Un diploma di Istruzione secondaria di secondo grado utile per l’inserimento nel mondo del lavoro.
  3. La frequenza di un corso o percorso di istruzione o di formazione per il conseguimento di uno dei predetti titoli o qualifiche.v

Come si ottiene il Reddito di Cittadinanza?

Le modalità che andranno seguite per la presentazione della domanda di accesso al Reddito di cittadinanza sono descritte nell’Art 7 (pag. 28):

  1. Domanda di ammissione al Reddito di cittadinanza presentato presso i Centri per l’Impiego e, per chi ha più bisogno di assistenza, presso gli uffici dei Servizi Sociali dei Comuni;
  2. Copia della dichiarazione ISEE;
  3. Autodichiarazione riferita ai redditi percepiti dal richiedente e da tutti i componenti del suo nucleo famigliare nei 12 mesi precedenti la richiesta di accesso al Reddito di cittadinanza e degli eventuali redditi certi che verranno percepiti nei 12 mesi successivi.

A quanto ammonta il Reddito di Cittadinanza?

L’Art. 3 (pag. 16) stabilisce che il sussidio mensile massimo erogato alle famiglie senza reddito è pari a:

  • € 780 per un singolo.
  • € 1014 per un genitore solo con un figlio minore.
  • € 1638 per una coppia con due figli minori.

Come contrasteranno gli abusi (es. lavoro nero)?

L’Art. 18 (pag. 47) stabilisce che le verifiche per contrastare gli abusi verranno effettuata in forma coordinata dall’INPS e dall’Agenzia delle Entrate. Entro 10 giorni dall’avvenuto accertamento, trasmetteranno la documentazione completa del fascicolo oggetto dell’accertamento al Centro per l’impiego territoriale e alla competente autorità giudiziaria.

Inoltre per ottenere il Reddito bisogna dimostrare di essere impegnati in un corso di formazione professionale per disoccupati a tempo pieno (quindi non dovrebbe esserci tempo per svolgere altre attività) e per i trasgressori è previsto un reato penale.

Una volta ottenuto, quanto tempo dura?

L’Art. 8 (pag. 29) stabilisce che la fruizione del beneficio perdura fino al miglioramento della situazione economica del beneficiario.

Cosa bisogna fare per continuare a percepirlo?

L’Art. 9 (pag. 29) stabilisce che il beneficiario:

  1. deve fornire immediata disponibilità al lavoro presso i Centri per l’impiego territorialmente competenti e deve intraprendere entro 7 giorni il percorso di accompagnamento all’inserimento lavorativo tramite le strutture preposte;
  2. deve comunicare ogni variazione della situazione reddituale, patrimoniale, lavorativa e famigliare che comporti la modifica o la perdita del reddito percepito;
  3. deve rinnovare annualmente la domanda di ammissione al beneficio.

Per maggiori informazioni contatta subito il Centro per l'Impiego più vicino a te!

Che ne dici?

Scritto da

Duccio Armenise

Founder Corsidia & co-Founder WorldBridge

Aiuto solo i migliori Maestri a trovare i loro prossimi Studenti. Come? Così! :)

Per

Corsidia

I tuoi prossimi Studenti ti stanno già cercando, tu ci sei?