Accedi come Scuola



Il Marketing Coach e il suo ruolo nello sviluppo delle PMI

In Italia il 95% delle imprese risulta avere non più di 5 dipendenti. E’ quindi strutturalmente difficile possano permettersi un marketing manager dedicato alla comunicazione, non delegabile, per i contenuti strategici, ad agenzie pubblicitarie.

L’aspetto dei contenuti e di un posizionamento differenziante è spesso sottovalutato dalle PMI.

Senza contenuti chiari non si cresce, perché non si è compresi dal mercato. Così come con ottimi contenuti, non veicolati con i giusti mezzi e opportuni investimenti, si rischia di disporre di una Ferrari, ma tenuta in garage e vista da pochi estimatori. E’ quindi opportuno, in assenza di un manager, provare a delegare attività fondamentali per lo sviluppo aziendale ad un consulente o ad un marketing coach.

Cosa fanno il marketing coach e il consulente di marketing?

Entrambi possono aiutare le aziende ed organizzazioni a sviluppare le azioni di marketing più adatte, anche con un piano personalizzato, per rendere vendite e business più efficaci.

Il piano è sempre parte fondamentale di un business plan. Ma mentre il consulente di marketing si occupa in prima persona di eseguire buona parte delle attività, ossia la fase realizzativa (quindi impostazione mission strategica, definizione e redazione contenuti per siti e brochure, coordinamento agenzia pubblicitarie, grafiche, web, uffici stampa e agenzie di eventi), con un rapporto professionale di lunga durata, il marketing coach si limita a formare l’imprenditore e i manager ad un metodo, indicando un percorso strutturato e, se necessario, aiutandoli a sviluppare le competenze specifiche per ogni attività.

Più in dettaglio il coach spiega cosa occorra fare per impostare un piano, aiuta a definire le strategie e i contenuti da comunicare, anche con il supporto di questionari di assessment maieutici, ed eventualmente forma per gli skill immediatamente trasferibili. L’esecuzione delle attività non è però di sua competenza, a meno che il rapporto non evolva in consulenza.

Il marketing coach dunque è la soluzione ideale quando per motivi di budget (ad esempio nelle start up) o per fattori strategici (riservatezza) si preferisce delegare a terzi un supporto soprattutto metodologico, ma non la fase realizzativa, gestita in house.

Che ne dici?

Scritto da

Patrizia Del Prete

Amministratore Unico Consophia - Marketing coach

Consophia, offre corsi di marketing coach (4-8 ore), con un questionario brevettato che consente agli allievi di focalizzare obiettivi strategici, contenuti, di pianificare i mezzi con budget opportuni, sviluppando in primis la consapevolezza delle proprie necessità, poi degli strumenti per soddisfarle. Offre anche servizi di consulenza e marketing coach. La visione trasversale e la certificazione decennale in formazione e placement le consentono di erogare corsi su misura in tutte le aree formative, in aula o presso le sedi dei clienti, occupandosi anche di reperire finanziamenti per le attività suddette.

Per