Accedi come Scuola



Come si dice Ciao in Inglese

In italiano utilizziamo la parola «ciao» per salutare qualcuno al nostro arrivo, o per congedarci, in modo informale e amichevole. Ma forse non sai che ciao in inglese si traduce in almeno 7 modi diversi! E ciascuno di questi «ciao» si utilizza in contesti differenti. Alcuni vanno bene quando arrivi, altri quando te ne vai. Alcuni con persone che conosci già molto bene, altri invece puoi usarli al primo incontro.

Per evitare di sbagliare proprio di fronte a una nuova conoscenza, ecco una breve guida per fare un'ottima prima impressione!

Tutte le Traduzioni di ciao in inglese

Ecco tutti i modi di dire ciao in inglese dal meno formale al più formale (più o meno) e, per ciascuno, una spiegazione dei contesti in cui puoi utilizzarlo:

Ciao in Inglese Quando, come e dove utilizzarlo
Ciao La maggior parte delle persone anglofone capisce la più famosa parola italiana! Quindi se vuoi dare un tocco etnico al tuo saluto, prova pure a dire ciao, vedrai che ti capiranno! Però fallo solo in contesti molto informali ;-)
Hi Per salutare in modo molto informale, quando arrivi, una o più persone che conosci già e con cui sei già in confidenza.
Hey Saluto informale e amichevole quando si arriva, particolarmente usato negli Stati Uniti e spesso automaticamente seguito da frasi come «what’s up?», «how are you doing?» oppure «how are you?» (dal meno al più formale)
Hello Per salutare in modo un po’ più formale, sempre quando arrivi, una o più persone con cui non sei ancora del tutto in confidenza. Può essere utilizzato anche all’inizio di email informali. Va bene anche per email di lavoro purché ci sia già un qualche grado di conoscenza del destinatario.
Bye Per salutare quando te ne vai. È la versione più informale e abbreviata di «goodbye».
Cheers

Puoi utilizzare «cheers» in modo libero in quanto è molto versatile (vuol dire anche «grazie»,  e «cin-cin» durante un brindisi, oltre che «ciao»!) Va bene sia quando arrivi che quando vai, ma è meglio usarlo solo con persone giovani. 

See ya'
o
See you
o
See you soon/later
See ya' singifica letteralmente «ci vediamo», molto informale, da usare ovviamente quando stai andando via. «ya’» è una abbreviazione informale di “you”. Puoi usare anche il più formale «see you later» anche se non pensi di rivedere la persona che stai salutando, è solo una convenzione! :)
Cheerio

«Cheerio» è più raro e regionale, significa “goodbye” ed è usato maggiormente dalle generazioni più anziane del Regno Unito.

Goodbye  È un «ciao» un po’ in giacca e cravatta, per salutare in modo formale quando te ne vai. La traduzione letterale di “goodbye” può essere anche “addio” ma non preoccuparti: nessun anglofono interpreta il «goodbye» come qualcosa di così definitivo, a meno che tu non abbia le lacrime agli occhi mentre lo dici!

Nota culturale: in alcune culture anglofone, in quella statunitense per esempio, è considerato scortese dire solo «ciao» (hi o hey) senza aggiungere almeno un «how are you?» (come stai?), «how are you doing?» (come va?), «how is it going?» oppure «what’s up?» subito dopo.

Infine, se ti dovessi trovare dall’altra parte di un «Hi, how are you?» ricordati di non rispondere con la tua anamnesi medica, e nemmeno con la storia della tua vita. È un modo di dire un po’ come «ciao, come va?» in italiano! ;)

Ciao!

PS: ...non è che ti serve un corso di inglese? :p

Che ne dici?

Scritto da

Duccio Armenise

Founder Corsidia & co-Founder WorldBridge

Aiuto solo i migliori Maestri a trovare i loro prossimi Studenti. Come? Così! :)

Per

WorldBridge

Il tuo Ponte per il Mondo
Nato dalla collaborazione fra docenti madrelingua, traduttori e interpreti professionisti, WorldBridge è un ponte linguistico che facilita la comunicazione e il dialogo fra persone, aziende e culture.