Accedi come Admin di una Scuola



Accedi come Utente o Studente



Che cosa sono i Master e i vari tipi tra cui Scegliere

Cosa Sono e i Vari Tipi di Master

Che cos'è un “Master”?

Saper cosa sia un Master è fondamentale per scegliere il percorso di formazione professionale migliore per te.

Si è generata un po' di confusione in materia perché sia le Università che Enti di Formazione di altro tipo offrono vari tipi di Master. In questo articolo faremo chiarezza: 

  • Cosa sono i master e quanti tipi ne esistono? 
  • Perché sono importanti per aumentare le tue possibilità di trovare lavoro?


Il Master è un percorso formativo, finalizzato ad acquisire specifiche competenze in ambito lavorativo, per diventare un professionista e riuscire ad inserirsi più agevolmente sul mercato del lavoro.

Non tutti i master nascono però uguali, esistono infatti due grandi categorie in cui è possibile suddividerli, ovvero Master Universitari e Master Non Universitari (questi ultimi sono detti anche Master Privati), che andremo ad analizzare nel dettaglio a breve.

I vari tipi di Master: le differenze tra Master Universitari e Master Privati

Come detto in precedenza esistono vari tipi di Master, che analizzeremo nel dettaglio insieme, per aiutarti a scegliere il giusto percorso di formazione in base alle tue esigenze. 

Le prime due tipologie più importanti sono Master Universitari e Master Non Universitari: le differenze tra queste due macro-categorie sono varie e abbastanza rilevati, per cui è bene tenerle sempre a mente quando si tratta di scegliere un Master da frequentare.

Quali sono i Master riconosciuti dal Miur?

La prima cosa da sapere è che i Master Universitari sono parte integrante dell'offerta formativa delle Università che operano in Italia e sono riconosciuti dal Miur (Ministero dell'Università e della Ricerca), per cui sono sottoposti a una normativa specifica che definisce uno standard di qualità e ne regola l'erogazione, dunque sono gli unici a essere considerati validi nei concorsi pubblici, sia per l’accesso che per il punteggio, a seconda di quanto previsto da uno specifico bando.

 Se punti a lavorare nella Pubblica Amministrazione ti conviene scegliere un Master riconosciuto dal Miur, ovvero un Master Universitario, in modo da trovare più facilmente un impiego in questo settore e avere un punteggio più alto nelle graduatorie pubbliche.

I Master Non Universitari sono riconosciuti dal Miur?

I Master Non Universitari vengono invece erogati da Enti di Formazione Privati, dunque non devono attenersi alla normativa prevista per i Master Universitari o uno standard comune, cosa che comporta un grande vantaggio ma anche uno svantaggio:

  • il vantaggio principale è che questi corsi possono essere estremamente specifici e completi, proprio perché non devono seguire in maniera rigorosa le direttive del Miur e quindi possono essere molto più focalizzati, pratici e flessibili nel trattare alcuni temi, sempre in ottica di facilitare l'inserimento nel mondo del lavoro;
  • l'altra faccia della medaglia è che i Master Privati non sono riconosciuti dal Miur, dunque non possono contribuire ad aumentare il punteggio in una graduatoria pubblica, né sono riconosciuti come titoli validi per accedere a un concorso pubblico.

Al di là deI riconoscimento ministeriale esistono moltissimi Master Non Universitari di prestigio, considerati migliori rispetto a quelli Universitari: l’approccio all’insegnamento più pragmatico consente di formare delle figure professionali con conoscenze non solo teoriche ma anche pratiche.

Chi frequenta un Master Privato di alto livello può ricevere una formazione più vicina alla quotidianità di una professione, poiché focalizzata sulle questioni tipiche che si dovranno affrontare ogni giorno durante il proprio lavoro.

Questo tipo di formazione centrata sulle conoscenze e competenze realmente richieste dalle aziende è un fattore che permette agli alunni di inserirsi più agevolmente nel mondo del lavoro, in particolare nel settore privato.



I requisiti di accesso ai Master Universitari e ai Master Non Universitari

Essendo i Master Universitari una parte dell'offerta formativa delle Università, che a loro volta dipendono dal Miur, essi seguono la stessa normativa che regola i corsi Universitari, e che determina quindi anche i requisiti di accesso.

I Master Universitari vengono suddivisi in due tipi, a cui corrispondono un diverso livello di specializzazione e condizioni da soddisfare differenti per l'accesso, nello specifico si tratta di:

  • Master Universitari di Primo Livello, a cui possono iscriversi tutti coloro che sono già in possesso di una Laurea Triennale;
  • Master Universitari di Secondo Livello, a cui è possibile iscriversi solo se in possesso di una Laurea Magistrale o di un titolo equivalente.

Riguardo invece i Master Privati o Non Universitari non sono richiesti dei titoli specifici per l'accesso, proprio perché non sono regolati da una normativa stringente, per cui questo tipo di percorsi di formazione sono aperti a chiunque possieda almeno un diploma di maturità.

Se hai assolto l'obbligo scolastico, oppure se sei neodiplomato o neolaureato, puoi continuare la tua formazione attraverso un Master Privato, una tipologia di corso di formazione post-diploma completo e professionalizzante, che include in genere una parte pratica, ovvero un laboratorio oppure uno stage, come moltissimi Master Universitari.

Le differenze tra l'insegnamento nei Master Universitari e nei Master Privati

Concentriamoci adesso sul tipo di insegnamento che viene offerto nei Master Universitari e nei Master Non Universitari: esistono differenze qualitative sostanziali? Quale dei due è migliore per l'inserimento nel mondo del lavoro?

Anche in questo caso la risposta non è semplice, però è importante fare due considerazioni:

  1. i Master Universitari sono erogati da Università su cui vigila il Miur, quindi si rifanno a una normativa precisa e subiscono il controllo di un ente governativo, che monitora l'attività affinché sia garantito un certo standard di qualità minimo per poter rilasciare un titolo riconosciuto dallo Stato e in tutta l'UE, motivo per cui il tipo di insegnamento è sicuramente più accademico e i programmi di studio sono legati a un certo tipo di struttura e di materie obbligatorie a seconda del settore di riferimento (economia, giurisprudenza, lettere, etc) o del tipo di Master (Primo Livello o Secondo Livello);
  2. i Master Privati sono più eterogenei dal punto di vista dell'offerta formativa e delle materie trattate, anche se generalmente hanno un taglio molto più tecnico e pratico, per poter fornire conoscenze utili ed essenziali per entrare nel mondo del lavoro, inoltre interessano molti più tipi di mestieri e professioni che non richiedono necessariamente una laurea per essere svolte.

Attenzione però: proprio perché i Master Non Universitari non hanno vincoli normativi particolari la loro qualità e il loro programma di studi dipendono unicamente dall'Ente di Formazione che li eroga, dunque se si tratta di un'ottima scuola offrirà certamente un percorso di formazione d'eccellenza.

Sorge però spontaneo un dubbio: come si fa a sapere se un Master Privato è davvero di qualità? Qui entra in gioco proprio Corsidia, che aiuta i migliaia di utenti a trovare i migliori Master Non Universitari. Come? Selezionando e proponendo solo i migliori corsi di formazione offerti da Enti seri, affidabili e verificati, per facilitare a te e tantissimi altri utenti la ricerca di corso di formazione professionale che sia davvero valido.

La durata dei Master Universitari e quella dei Master Non Universitari

Focalizziamo adesso sull'ultima differenza tra Master Privati e Master Universitari, ovvero il periodo di tempo richiesto per lo svolgimento del corso.

Secondo quanto previsto dalla legge, un Master Universitario per essere riconosciuto dal Miur deve avere una durata minima di un anno accademico, inoltre deve attribuire allo studente che lo frequenta almeno 60 crediti formativi universitari (CFU), altrimenti non può essere considerato valido e regolamentare.

Ovviamente possono esistere Master Universitari più lunghi e complessi, anche a seconda del tipo di stage o tirocinio incluso, ma quelli elencati sopra sono i requisiti minimi da tenere in considerazione.

Riguardo invece i Master Non Universitari o Privati non ci sono vincoli legali di questo tipo, perché come detto in precedenza non devono attenersi alla stessa normativa stabilita dal Miur, che riguarda invece i Master Universitari.

In realtà, come spiegato in precedenza, quando si parla di Master Privati in genere si tratta di corsi di formazione post diploma dal taglio più tecnico e pratico, che hanno lo scopo di fornire delle conoscenze e delle competenze lavorative molto avanzate e più concrete, anche se spesso molti Enti di Formazione tendono ad abusare del termine "Master".

In virtù del diverso tipo di insegnamento, la durata minima è molto più varia nei Master Privati di alta qualità, poiché sono pensati e progettati in modo concreto per facilitare l'inserimento lavorativo degli alunni, dunque possono esserci Master Non Universitari intensivi di pochi mesi, ma super-specifici e focalizzati su temi e materie particolari, così come possono esserci Master Privati che durano anche più di un anno, perché magari riguardano professioni e settori complessi, dove è richiesto un livello più alto di conoscenze e abilità pratiche per iniziare a lavorare.

Master Universitari: cosa sono?

Se stai iniziando a leggere la nostra guida da questo punto, ecco una breve definizione per comprendere cosa sono i Master Universitari: si tratta di un tipo di corsi di formazione post laurea molto richiesti della durata di almeno un anno, che prevedono il conseguimento di un determinato numero di Crediti Formativi Universitari (CFU) riconosciuti dal Miur.

Questo tipo di percorso di studi, rivolto a persone laureate, serve a integrare le conoscenze già acquisite con una laurea (triennale o magistrale) con altre più specifiche e settoriali, in modo da aiutare gli studenti a trovare più facilmente lavoro in un campo o settore specifico.

Spesso i Master Universitari sono paragonati ai Corsi di Alta Formazione o ai Corsi di Perfezionamento, che sono in entrambi i casi due tipi di corsi di formazione post laurea. Il paragone non è sbagliato, infatti si tratta sempre di percorsi di studi per aiutare i laureati (o neolaureati) a sviluppare competenze avanzate in un determinato settore, per poter crescere a livello professionale e porre delle solide basi per la carriera lavorativa.

Per facilitare l'inserimento degli alunni nel mondo del lavoro spesso i Master Universitari includono delle attività e materie più pratiche, come ad esempio workshop, attività di laboratorio, simulazioni di situazioni operative e persino degli stage, proprio per abituare chi li frequenta a muoversi in un vero contesto lavorativo e accumulare preziosa esperienza.

Ovviamente i Master Universitari non sono solo utili per ottenere dei crediti CFU e aumentare il proprio punteggio in una graduatoria pubblica, in quanto titoli di studio riconosciuti dal Miur, ma permettono ai giovani neolaureati di trovare più facilmente lavoro anche nel settore privato, senza dimenticare che consentono di fare anche un salto di carriera a chi già ha iniziato a lavorare anche da un po' più di tempo.

Concludendo con profitto un Master Universitario è possibile conseguire un titolo di studio accademico legalmente riconosciuto, sia in Italia che all’estero.

Come detto in precedenza i Master Universitari si dividono in due tipi, che andremo a vedere insieme nel dettaglio nei prossimi paragrafi.

Master di Primo Livello

I Master di Primo Livello sono dei corsi di formazione post laurea finalizzati ad approfondire la formazione universitaria, ad esempio una tematica o una materia già affrontata durante il corso della Laurea Triennale, per potersi specializzare maggiormente anche in ottica lavorativa.

Il tipo di insegnamento e il programma di studi sono diversi da quelli del triennio di un corso di Laurea, perché hanno un taglio più operativo, in modo da presentare agli studenti delle questioni pratiche inerenti una professione e il mondo del lavoro.

Il Master di Primo Livello è un'interessante alternativa a un Corso di Laurea Magistrale, perché permette di poter acquisire dell'esperienza professionale grazie a degli stage e tirocini inclusi nel percorso di studi, che sono spesso accompagnati da lavori di gruppo, presentazione di case study, workshop o laboratori.

Questo tipo di corso di formazione post laurea non è solo adatto a giovani neolaureati, in cerca generalmente del primo impiego, ma anche a dei professionisti che desiderano un salto di carriera e che quindi necessitano di aggiornare le loro competenze, oppure di acquisirne di nuove, in base a ciò che richiede l'evoluzione del mercato del lavoro.

Tutti i Master di Primo Livello hanno in comune una serie di caratteristiche tecniche per essere definiti tali, tra cui le più importanti sono la durata annuale e il rilascio di 60 CFU: quest'ultimo è un aspetto che può essere garantito solo da Enti di Formazione e Università riconosciuti dal Miur, che hanno quindi l'autorizzazione a rilasciare dei Diplomi di Master di Primo Livello.

Master di Secondo Livello

Come avrai intuito spesso la formazione universitaria è solo il primo passo per trovare un lavoro, ma non sempre è sufficiente per poter essere appetibile agli occhi delle aziende, che a seconda dei settori possono cercare figure molto specializzate e con un minimo di esperienza lavorativa.

Ci sono degli ambiti professionali dove la competizione è molto alta, per cui potrebbe non essere sufficiente una Laurea Magistrale o un Master di Primo Livello per trovare lavoro: in questi casi è necessario frequentare un Master di Secondo Livello per avere maggiori chance di essere preso in considerazione dalle aziende e ottenere un impiego.

Questo tipo di corso di formazione post laurea è rivolto esclusivamente a chi possiede almeno una Laurea Magistrale (detta anche Laurea Specialistica) o una Laurea Quinquennale (ovvero a ciclo unico), e che quindi ha una preparazione di base maggiore rispetto a chi possiede una Laurea Triennale, per cui è possibile affrontare e approfondire alcune materie in modo più complesso rispetto a un Master di Primo Livello.

Nei Master di Secondo Livello il programma e l'impostazione didattica sono di tipo specialistico, per fare acquisire agli studenti conoscenze e competenze di carattere professionale, in modo da favorire in modo più spiccato lo sviluppo di capacità tecniche e pratiche e in ambito lavorativo.

Anche in questo caso la durata minima di questi percorsi di formazione è di almeno un anno, inoltre permettono di acquisire 60 CFU.



Master Non Universitari (Master Privati): cosa sono?

Come detto in precedenza esistono dei corsi di formazione professionale post diploma chiamati Master, anche se non sono tenuti da delle Università: in molti casi si tratta di una mossa di marketing di alcuni Enti Formativi per attirare più iscritti, che utilizzano il termine "Master" per indicare dei semplici corsi di formazione professionale, anche piuttosto brevi e non sempre completi.

Ci sono dei casi però in cui il termine Master indica anche dei corsi che possono rivaleggiare tranquillamente con dei Master Universitari a livello qualitativo, ma che spesso hanno un taglio didattico ancora più pratico e operativo, per facilitare l'inserimento nel mondo del lavoro: stiamo parlando dei Master Non Universitari, detti anche Master Privati.

Anche se si tratta di master non organizzati da università e che non sono riconosciuti dal Miur, questo non vuol dire necessariamente che il loro valore sia inferiore: spesso questa tipologia di percorsi di studi si rivolge a settori e professioni escluse dai Master Universitari.

Si tratta di ambiti lavorativi dove non è necessario un titolo di Laurea per trovare lavoro, ma dove comunque sono richiesti un certo tipo di formazione specifica e il possesso di determinate capacità tecniche e pratiche.

I Master Privati hanno in genere un'impostazione meno accademica rispetto ai Master Universitari, ma hanno il vantaggio di fornire tipo di insegnamento più orientato al mondo del lavoro, che mira a far acquisire capacità operative molto utili, sia per ottenere un impiego in un'azienda che nella vita da libero professionista.

Un ottimo Master Non Universitario sa coniugare bene la teoria con la pratica, anche se quest'ultima viene privilegiata perché considerata l'ossatura fondamentale su cui ogni studente costruirà la propria carriera, infatti questi percorsi di studi professionali spesso includono lezioni frontali con esperti del settore, laboratori pratici, workshop e delle volte stage o tirocini.

Sebbene non rilascino un titolo di studio riconosciuto ufficialmente, alcuni Master Privati permettono di ottenere delle certificazioni, anche se il punto forte di questo tipo di corsi di formazione rimane l'approccio più operativo e pragmatico, che permette di formare delle figure professionali pronte a muovere i primi passi nel mondo del lavoro.



Vuoi perderti altri articoli come questo?
Iscriviti per ricevere altri!

Scritto da

Alessio

Alessio Scalzo

Digital Content Manager

Ho due grandi passioni: scrivere e aiutare gli altri a scrivere. Il mio lavoro di Content Manager mi consente di fare quello che amo, aiutando anche i nostri utenti a trovare la loro strada grazie alla creazione di guide e contenuti utili per chi vuole formarsi.

Per